TableBooking








    Raviolizucca e amaretto

    500 g. FARINA
    5 UOVA
    500 g. DI ZUCCA
    2 LIMONI
    AMARETTI
    MOSTARDA DI CREMONA
    CANNELLA
    SALE-PEPE
    PARMIGIANO
    PANGRATTATO
    NOCE MOSCATA


    Fare la pasta fresca per i ravioli mischiando la farina con le uova, lavorarla bene e molto sottile. Aiutatevi con la macchina apposita e create delle strisce larghe. Scaldare in forno la zucca a pezzi poi tritarla e mischiarla con la scorza di 2 limoni, una spolverata di cannella un cucchiaio da minestra di mostarda di Cremona, sale & pepe, noce moscata e qualche amaretto sbriciolato .
    Su ogni striscia porre dei piccoli mucchietto di impasto poi ricoprire la striscia su se stessa e poi tagliare a raviolo.
    Quando avrete bollito i ravioli in abbondante acqua salata spolverarli con burro, parmigiano e amaretti sale & pepe.

    Un piatto della tradizione mantovana da cui proviene la nostra famiglia. Potete accompagnarlo con uno qualsiasi dei nostri vini rossi che si sposano perfettamente con questo piatto.


     
     
     
     
     
     
     
     

    Insalataall'ortolana

    INSALATA MISTA dell’orto
    Un ciuffo di BASILICO
    Un ciuffo di SEDANO
    Qualche foglia di CAVOLO CAPPUCCIO
    Un ciuffo di POMODORI PACHINO
    Un pezzo di FORMAGGIO EMMENTAL
    Mezzo POLLO BOLLITO
    150 g. MAIONESE FATTA IN CASA
    1 pizzico PAPRIKA

    Tagliare l’insalata assieme al cavolo cappuccio, basilico, sedano e i pomodorini a loro volta tagliati a metà con il pollo tritato a pezzettini assieme all’emmental.
    Mischiare il tutto con la maionese, sale e pepe e un pizzico di paprika.

    Un piatto estivo da servire con focaccia calda ed un bicchiere di Vette di San Leonardo.


     
     
     
     

    Sfromatinidi zucchine

    500 g ZUCCHINE
    100 g ROBIOLA
    500 ml PANNA LIQUIDA
    100 g FECOLA
    Una manciata di PARMIGIANO
    1 SCALOGNO
    3 UOVA
    Un mazzetto di PREZZEMOLO
    Poco BURRO
    SALE – PEPE


    Far bollire le zucchine in pentola x 10 min.
    Affettarle e farle soffriggere in padella con olio, uno scalogno tritato e prezzemolo tritato (tenere un po di questo composto x guarnire).
    Diluire la fecola nella panna.
    Frullare l’impasto di zucchine assieme alla robiola, le uova, la panna e fecola, sale, pepe e noce moscata.
    Riempire degli stampini individuali e cuocere a bagnomaria a 150° per 45 min.

    Impiattarli spolverando un po’ del trito da guarnizione.
    E anche qualche fiore di zucchina fritto.

    Un piatto davvero piacevole in ogni stagione da accompagnare con un bicchiere di Vette servito a 10°c.


     
     
     
     

    Polpettonecon salsa alla senape

    500 g MACINATO MISTO POLLO e TACCHINO
    250 g RICOTTA
    1 UOVO
    Un goccio di OLIO D’OLIVA
    SALE – PEPE
    2 FETTE DI MOLLICA DI PANE imbevute nel latte
    80 g PROSCIUTTO COTTO tagliato fine
    200 g di fette intere di PROSCIUTTO COTTO

    Mettere in una terrina 500 g Di macinato di carne assieme alla ricotta, la mollica di pane ammorbidita nel latte, l’uovo, il trito di prosciutto, sale e pepe.
    Mischiare il tutto con le mani e creare un salsicciotto poi spennellarci uno strato quasi invisibile di senape e poi deporlo su uno strato di fette di prosciutto ed avvoltolarlo tutto perfettamente.
    In seguito metterlo in un pirex con un goccio d’olio d’ oliva e infornare x 30 min.
    Quando pronto metterlo in un piatto di portata tagliarlo a fette circondando di verdurine mignon e patatine a paglietta fritte. Accompagnato dalla salsa alla senape.

    PER LA SALSA
    Cuocere a bagno maria.
    Mettere in un pentolino 4 cucchiai da minestra di aceto balsamico e sfumare, aggiungere 2 cucchiai da minestra di senape poi i 2 tuorli d’ uovo e mischiare bene.
    Aggiungere un goccio di soia ed un goccio di marsala o cognac o stock ed infine 300 ml di panna liquida, sale, pepe e girare bene.
    Ottimo da servire assieme al San Leonardo dopo averlo fatto decantare per almeno un’ora ad una temperatura di 16° per meglio apprezzarne l’eleganza.


     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    Violante Guerrieri Gonzaga è un’artista, pittrice e fotografa ed ama esprimere tutta la sua creatività nell’arte culinaria che è la sua grande passione.
    Vive nel centro di Roma a Palazzo Taverna.
    Violante ha frequentato l’accademia belle arti a Roma, dal suo innato senso estetico e passione per i colori e creatività prende forma l’esperienza “Vio’s cooking” un pacchetto esclusivo per piccoli gruppi di turisti selezionati, un’avventura culinaria nella tradizione italiana, si passadalla spesa a Campo dei Fiori, alla lezione di cucina nell’attico del palazzo, al pranzo in terrazza con vista su tutta Roma con le prelibatezze cucinate.
    Molte personalità di spicco, gruppi, associazioni importanti hanno partecipato a questa “esperienza” con grande successo.
    Violante ha frequentato molteplici scuole di cucina internazionali, ha viaggiato molto interessandosi soprattutto delle diverse culture culinarie. Al ritorno da ogni viaggio a lei piace portarsi a casa un pizzico del sapore di ogni paese.
    La sua personale esperienza culinaria spazia da quella Francese, a Tailandese, Giapponese, Cinese, Indiana… ma ovviamente la sua preferita rimane sempre la cucina Italiana!
    Tutti i suoi piatti sono accompagnati da eccellenti vini, uno dei migliori vini Italiani è proprio il vino di famiglia, il famoso “San Leonardo “
    vino rinomato e premiato in tutto il mondo.
    I menù di Violante sono il risultato di una lunga ricerca tra ricette antiche di casa, tra i tanti cuochi che preparavano pranzi raffinati per la sua famiglia.
    Le sue ricette spaziano dal Nord al Sud d’Italia toccando tutte le diverse regioni che racchiudono in se un armonia di tanti diversi sapori.
    Infine Violante si diverte a mischiare ingredienti freschi ed autentici creando le sue speciali e magiche ricette che troverete nel suo libro di cucina che uscirà ad Ottobre.

    Qui il link al sito di Vio’s Cooking.